Sant’Agnese it’s one of the main folk celebration in L' Aquila. It is on the 21st of January. The legend has is that in 1300. People who get bored with the lords of the city, used to meet in taverns making gossip about the private life of these lords (sex, cheating, shenanigans). When the lords knew the rumours, they banned the big mouth away from the city. After many years, the banished could come back to the city, exactly on the 21st of January. From that moment on, every year on the 21 of January, groups of citizens get reunited in taverns or restaurants with a lot of wine, celebrating in a goliardic way, chatting and making gossips.

La festa di Sant'Agnese e delle Malelingue è una tradizione popolare che ha luogo all'Aquila il 21 gennaio, giorno di sant'Agnese. Nei primi anni della fondazione della città, vi erano vari gruppi di persone che si riunivano presso locande ed osterie per criticare i signori di allora. Per questo motivo, un gruppo di questi fu esiliato dalla città. Essendo stati esiliati il 21 gennaio, furono detti "quelli di sant'Agnese". Dopo sei mesi, a seguito delle numerose richieste da parte delle madri, mogli e fidanzate, "quelli di sant'Agnese" furono riammessi in città ma a condizione che non facessero più pettegolezzi all'interno delle mura cittadine. Presero pertanto a riunirsi presso osterie o ristoranti, bevendo e festeggiando con parlando e sparlando di chiunque.